Brand, Logo, Marca e brand identity, quali sono le differenze

Si sente sempre più parlare di Brand, della necessità di avere un logo riconoscibile per la propria azienda. Ma di cosa si tratta, quali sono le differenze?

Quando si parla di marchio, logo, emblema e brand identity è difficile capire se queste parole facciano riferimento ad uno stesso soggetto. Al termine di questo articolo conoscerai le differenze e potrai utilizzare correttamente questi termini. Partiamo dal principio e analizziamo insieme questo argomento facendo chiarezza sui singoli termini.

Marca è la parola che in italiano si riferisce ai valori legati all’impresa e ciò che i consumatori associano ad essa. La percezione di questi valori viene trasmessa da un’impresa con la propria attività di Branding. Brand è semplicemente la traduzione di marca in Inglese e viene usato sempre più spesso in ambienti di lavoro internazionali.

Ad esempio Tesla è una Marca/Brand di automobili elettriche che viene direttamente associata a dei valori quali: innovazione, sostenibilità e lusso. Questa frase di Scott Cook è una spiegazione molto efficace di questo concetto

“Una marca non è più ciò che diciamo al consumatore, è ciò che i consumatori si dicono reciprocamente di quella marca” Scott Cook

Parlando di Marca non si può che parlare di Marchio.

Il Marchio è l’elemento che ha lo scopo di rendere unico un prodotto o un’attività, più è distintivo il marchio più sarà facile associarlo direttamente al prodotto o all’impresa. E’ compito di quest’ultima lavorare in modo che il proprio marchio sia conosciuto e che comunichi i valori che si vogliono associare al proprio brand/marca.

Vi starete giustamente chiedendo che parte abbia il Logo in un Brand e se non siano la stessa cosa. Emblema e Logo fanno parte del Marchio e si riferiscono all’elemento grafico che distingue il Marchio. Detto questo possiamo notare una differenza evidente tra Emblema e Logo in questo  esempio:

Il primo, il famosissimo “swoosh” Nike, è un elemento grafico, un emblema (o pittogramma), mentre il secondo, Samsung è rappresentato da una scritta, un Logo.

Lo swoosh Nike, il cavallino Ferrari o la mela Apple sono definiti Emblemi, cioè disegni grafici che distinguono il marchio non esprimendolo in lettere. Samsung, Coca-Cola e Pirelli sono invece rappresentati da una scritta, anche se elaborata graficamente, quindi un Loghi.

Riassumendo:

Il Marchio è un Logo o un Emblema che rende riconoscibile una Marca / Brand.

La Marca / Brand sono la somma del Marchio e dei Valori che esso rappresenta. Quando un Marchio è una scritta si chiama Logo, quando un Marchio è un disegno grafico si chiama Emblema (o Pittogramma).

Cosa fare per modificare la percezione del proprio brand

La prima cosa a cui si pensa parlando di un Brand è inevitabilmente il suo Marchio, ma come abbiamo appena letto non è l’unica cosa che conta; infatti, nonostante sia l’associazione più veloce, ci sono altri elementi che possiamo associare al brand e modificarne i valori percepiti dalle persone.

Branding

Tutte le azioni prese per costruire consapevolezza e reputazione intorno alla vostra azienda e ai suoi prodotti o servizi sono Branding. Il branding ha lo scopo di creare l’immagine della vostra azienda. Non c’è una formula esatta per tradurre questa immagine nella mente dei vostri clienti, ma le possibilità di successo aumentano se si segue una strategia precisa.

Brand Identity

L’insieme di elementi tangibili del brand come il logo, i colori e la voce, creano l’Identità di Marca o Brand Identity. Più questi elementi sono distinti e specifici, più alta è la possibilità di creare un brand differenziato e più facilmente riconoscibile.

Brand Awareness

La consapevolezza del brand, o Brand Awareness, è il livello di consapevolezza del consumatore di un’azienda. Misura la capacità di un potenziale cliente non solo di riconoscere un’immagine di marca, ma anche di associarla al prodotto o servizio di una determinata azienda.

Ora che abbiamo fatto chiarezza sui termini più utilizzati, nella costruzione dell’identità del vostro brand, siate sicuri che ogni suo elemento rispecchi la percezione che volete dare ai vostri clienti.

Conoscendo la differenza tra termini spesso confusi come logo, marchio, brand e brand identity siete già sulla strada giusta per creare un brand di successo!